Yoga e Guarigione. La conquista della salute psicofisica – 9 ottobre 2022, Fabbrico (RE)

Come e quanto lo Yoga può essere di aiuto nella vita quotidiana e in un percorso di guarigione, sia esso di natura psichica, emozionale o fisica.

PROGRAMMA:
ORE 10:00 – DOTT. Giuseppe GOLDONI – “Yoga e Salute nel Metodo Dr Bhole”

ORE 11:30 – DOTT.SSA Federica GORNI “Mantra per la guarigione”

ORE 13:00 – 14:30 PAUSA PRANZO
(BUFFET VEGANO E VEGETARIANO)

ore 14:30 – DOTT. Giovanni BRINCIVALLI “Come vivere 100 anni pieni di entusiasmo , salute ed energia con gli Antichi Segreti del Siddha Veda”

ORE 16:00 Puja finale di guarigione con Gyen Rinpoche LAMA TASHI

===============

DOVE:
Agriturismo Vitae, Via Naviglio Nord, 11 – Fabbrico (RE)

COSTO:
50 EURO + 15 EURO PER IL PASTO (da prenotarsi obbligatoriamente al momento dell’iscrizione)

MODALITA’ DI ISCRIZIONE:
compila il form qui sotto con tutti i dati richiesti:

http://eepurl.com/cXZudD

Riceverai una mail da padmaflow.eventi@gmail.com per formalizzare l’iscrizione contenente i dati per il pagamento.

================

RELATORI:

Dott. Giuseppe Goldoni, laureato in Scienze Motorie, ha praticato lo Yoga Therapy con Dr. M.V. Bhole prima come allievo e successivamente come assistente e collaboratore. Fa parte del gruppo di ricerca che era coordinato dal Dr. Bhole che si occupa dello studio dei testi dello yoga tradizionale, dello Yoga nella relazione d’aiuto e di Yoga Therapy. E’ formatore di insegnanti yoga secondo il metodo del Metodo Bhole e sullo yoga nella relazione d’aiuto. Si interessa di neurofisiologia dello yoga, unendo le conoscenze dei testi della tradizione sanscrita a quelle medico-scientifiche. Il Dr Bhole, scomparso nel 2021, è stato un importante medico fisiologo indiano, direttore per 35 anni della ricerca medico-scientifica applicata allo yoga presso il Kaivalyadhama Institute di Lonavla, India. E’ stato consulente del governo indiano per diversi progetti applicati allo Yoga, in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il dott. Goldoni è anche responsabile del Dipartimento Yoga della SIMO (società scientifica italiana dei medici Omeopati). Si è inoltre specializzato come educatore visivo Metodo Bates e come rieducatore visivo Metodo Zandonella, per il miglioramento della vista, il rilassamento oculare e lo sviluppo della chiara visione. Il 9 Ottobre ci presenterà quella che è la relazione esistente tra yoga e salute secondo il metodo del dr. Bhole.

Dott. Giovanni Brincivalli, è medico chirurgo specializzato in Ayurveda e Siddha Veda. Ha approfondito gli antichi segreti del Siddha Veda, sotto la guida del suo maestro, il celebre dr. Panakaj Naram e della dr.ssa Smita Naram. È diventato così un esperto della lettura diagnostica del polso, della fitoterapia ayurvedica, dell’alimentazione ayurvedica, acquisendo negli anni una grande preziosissima esperienza diagnostica.

Il dr. Naram spiegava così la differenza tra Ayurveda e Siddha Veda. Il primo è un antico sistema di conoscenza che può essere imparato da libri, da scuole, da internet, mentre il secondo va oltre Proviene da un lignaggio di maestri e può essere tramandato solo da maestro ad allievo all’interno di un lignaggio ininterrotto. A proposito della lettura del polso la definiva come una “televisione” attraverso la quale si è in grado di vedere ciò che accade nel corpo di un paziente, nella mente, nel cuore, nelle emozioni e nel karma.

Il dottor Brincivalli ricorda così il suo maestro, il dr. Naram che ha lasciato il corpo nel 2020: “È stato per me un mentore, un maestro, un padre, un fratello. Mi ha insegnato a vedere il paziente come la divinità che mi viene a onorare. Ogni paziente è infatti una incarnazione divina che ci onora della sua visita e dovremmo essere grati che la divinità nella forma del paziente viene a noi. Un messaggio che porto sempre nel mio cuore nel proseguire la mia missione: dedicare la vita al proseguimento del sogno del dr. Naram, quello di portare i segreti del Siddha Veda in ogni casa e in ogni cuore. Egli che è vissuto per gli insegnamenti, ora rivive in questi”.

Dott.ssa Federica Gorni, insegnante di Yoga e Meditazione, Direttrice della Scuola di Specializzazione in Mantra Yoga, Presidente del Mantra Yoga Centre, autrice del libro “Introduzione alla Scienza dei Mantra” per la OM Edizioni. E’ allieva diretta del Maestro tantrico indiano Shri Param Eswaran, che l’ha iniziata alla pratica dei Mantra. Ha seguito un training individuale con il Maestro Eswaran in India ed in Malesia e continua ad approfondire le sue conoscenze partecipando a workshops, in Italia e all’estero, di grandi Maestri di Mantra e Nada Yoga, di filosofia dello yoga e testi vedici, Sanscrito, Mantra e Pranayama. Tiene da anni conferenze, seminari, corsi, lezioni private di Yoga e meditazione coi mantra nel suo centro a Bologna e in tutta Italia.

Gyen Rinpoche Tashi Tsering Lama. Di nobile famiglia, a pochi giorni di vita, diventa parte dei 100.000 tibetani che scappano dalla propria terra scegliendo l’esilio, come il Dalai Lama. Sin da bambino ha dimostrato uno spiccato interesse per le pratiche spirituali e la pittura. All’età di sette anni è entrato nel monastero di Ghumey Tantric College nel Sud dell’India, dove è stato ordinato monaco. Qui ha studiato per 15 anni specializzandosi in Tantrismo, la pittura Tibetana, e più tardi nei Sutra con grandi maestri. Terminati i suoi studi, si è trasferito al monastero di Seramey a studiare ancora sotto la guida spirituale di Sua Santità il Dalai Lama. Gli sono state commissionati numerose Thanka da Lama molto importanti. Si è guadagnato l’appellativo di “Golden Painter” (pittore d’oro) per la sua particolare abilità nell’uso dell’oro. Ha dipinto Thanka per i più importanti monasteri dell’India e per il suo impegno ha ricevuto molti apprezzamenti anche da Sua Santità il Dalai Lama. Nonostante questo il suo lavoro rimane non firmato. Il motivo del suo anonimato è che nella tradizione Buddista firmare il lavoro può essere la causa, direttamente o indirettamente, d’eccesso d’orgoglio e arroganza. Fondatore della Tashi Orphan School a Kathmandu in Nepal che accoglie centinaia di bambini orfani e bisognosi nel suo orfanotrofio, preservando la preziosa millenaria cultura tibetana e garantendo loro un futuro.

Spread the word. Share this post!

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.